Da oggi la movimentazione dei rifiuti affidati ad Ecolamp, il consorzio per lo smaltimento e il recupero delle sorgenti luminose a fine vita, è completamente tracciata e gestita in digitale grazie al progetto QrCode.

Si tratta di un’iniziativa avviata in fase sperimentale a fine 2013 e giunta ora a piena operatività con il rilascio dell’applicazione gratuita dedicata ai trasportatori.

Questo sistema prevede, grazie all’utilizzo di un dispositivo mobile e di un’applicazione digitale, di semplificare e velocizzare le procedure di tracciatura dei rifiuti movimentati dal Consorzio, a partire dai centri di raccolta fino agli impianti di trattamento.

La prima versione, in formato test, è stata lanciata poco più di un anno fa solo per alcuni utenti. Ad oggi (dicembre 2014) ne fanno uso tutti gli 8 siti nazionali di trattamento che collaborano con il Consorzio (che e che diverranno 10 nel 2015), ed è finalmente disponibile la versione dell’applicazione dedicata ai trasportatori.

Qrcode EcolampCon questo sistema, attraverso una semplice associazione fra il codice Qr Code e il codice già applicato ad ogni contenitore, è possibile conoscere in tempo reale la posizione dei raccoglitori Ecolamp, dal momento in cui vengono ritirati dai centri di raccolta, a quando vengono svuotati per il trattamento, fino alla riconsegna agli utenti dei servizi Ecolamp.

Inoltre con questo metodo si velocizzano anche i tempi di evasione delle richieste di ritiro e tutte le fasi successive. Infatti, con l’eliminazione della fase di trascrizione a mano dei codici associati ai bancali, oltre ad ottenere una perfetta tracciabilità del rifiuto, viene praticamente azzerato anche il rischio di errore umano e le conseguenti operazioni di correzione; analogamente, vengono quasi annullati i tempi di caricamento sul portale IGreen di Ecolamp di tutte le movimentazioni – ritiri, posizionamenti, trasferimenti a trattamento, inserimento lavorazioni – che col metodo manuale, scontano alcuni giorni di ritardo rispetto allo svolgimento effettivo della singola operazione.

Sono oltre 2mila i contenitori metallici del Consorzio Ecolamp utilizzati nei centri di raccolta per le sorgenti luminose esauste, seguiti in tutte le fasi grazie alla tracciatura del codice digitale, così come sono tutti dotati di qr-code i bancali utilizzati dagli utenti professionali.

L’applicazione funziona con i più diffusi dispositivi mobili, che si tratti di smartphone o tablet, ed è scaricabile gratuitamente da PlayStore per gli utenti Android e disponibile su Apple Store, per i dispositivi iOS. In questo modo non è stato necessario richiedere che gli utenti del servizio si dotassero di specifici apparecchi.

Qrcode Ecolamp