25 mila visitatori per Lamp&RiLamp

23/06/2010

Si è conclusa domenica 20 giugno a Pescara, realizzando un totale di circa 12.500 visitatori di cui 2.600 studenti, la seconda edizione del tour della mostra polisensoriale Lamp&RiLamp promossa da Ecolamp allo scopo di sensibilizzare gli italiani riguardo il corretto comportamento da adottare nel momento in cui una lampadina a basso consumo si esaurisce. La seconda edizione della mostra, ampliata nella metratura, rinnovata nei layout e approfondita nei contenuti, ha toccato nove piazze italiane: Brescia, Verona, Genova, Bologna, Pisa, Monza, Campobasso, Potenza e, infine, Pescara.

Già lo scorso anno, nel corso delle sue undici tappe (Parma, Milano, Torino, Padova, Venezia, Rimini, Ancona, Firenze, Roma, Napoli e Bari), la mostra aveva riscosso grande successo di pubblico con oltre
12.550 visitatori, di cui 5.550 studenti.
 
I cinque moduli in cui Lamp&RiLamp è suddivisa offrono ai visitatori l’opportunità di conoscere la storia, i numeri, le caratteristiche e le corrette modalità di gestione di una lampadina a basso consumo esausta, ma anche le fasi successive di trattamento, che permettono di recuperare fino al 95% dei materiali che la compongono e di mettere in sicurezza le sostanze pericolose in essa contenute, tra cui il mercurio, dannoso sia per l’uomo che per l’ambiente. Le lampadine fluorescenti, alla fine del proprio ciclo di vita, vengono spesso erroneamente gettate nel vetro o nel sacco indifferenziato: la mostra si prefigge di informare i visitatori sull’importanza di consegnarle integre all’isola ecologica più vicina, riponendole con cautela negli appositi contenitori verdi Ecolamp, o al proprio rivenditore di fiducia.
 
“Siamo molto soddisfatti del successo ottenuto da questa seconda edizione: nella logica di non escludere i centri abitati meno popolosi nella nostra attività di informazione sul territorio, abbiamo di fatto comprovato la ricettività di queste città, registrando dati sorprendenti in alcune tappe come Monza, Verona, Brescia e Pisa, in cui l’interesse è stato pari a quello riscontrato a Milano, Roma e Napoli” afferma Fabrizio D’Amico, Direttore Generale di Ecolamp. “La scuola ha ancora una volta occupato un ruolo primario nella nostra strategia, per questo abbiamo coinvolto nelle due edizioni oltre 8 mila studenti. La sinergia con le amministrazioni comunali, i patrocini ottenuti sia dagli Assessorati all’Ambiente sia dal Ministero dell’Ambiente hanno sicuramente contribuito ad istituzionalizzare questa nostra iniziativa, per cui prevediamo certamente una terza edizione.”