Ecolamp al Museo A come Ambiente con “La Scatola Magica”

21/03/2012

Ecolamp vi invita a visitare “LA SCATOLA MAGICA” il nuovo grande spazio interattivo e multimediale progettato per informare, sensibilizzare ed educare in maniera divertente e coinvolgente adulti e bambini sulle corrette modalità di raccolta e smaltimento delle lampadine fluorescenti una volta giunte a fine vita. Ideato e prodotto dal Museo A come Ambiente e da Ecofficina e promosso da ECOLAMP, l’exhibit si inserisce nel progetto educativo “happylamp”, che Ecolamp promuove in collaborazione con i principali Parchi di divertimento e Musei italiani.

La SCATOLA MAGICA consente a insegnanti, educatori e studenti (oltre che alle famiglie) di seguire un percorso didattico entusiasmante alla scoperta di:

–   il tema della luce e dell’energia: le nuove lampadine; quale futuro prossimo per la luce in casa? Qualità della luce e assorbimenti, consumi, risparmi; quanto consuma la nostra casa?

–   Il tema dell’innovazione tecnologica: quale lampadine comperare nel 2012? Durata, costi, resa… un tema tecnico di divulgazione scientifica ed un tema economico per le tasche delle famiglie a cui il museo aggiunge sempre la riduzione dell’impatto ambientale

–   Il tema del trattamento dei rifiuti tecnologici: le lampade fluorescenti come anche tutti gli elettrodomestici piccoli e grandi e altri materiali vanno raccolti separatamente; che cosa dice la legge? Che cosa si ricicla? Che cosa si può fare in pratica? Le isole ecologiche e la possibilità di consegna delle vecchie lampadine nel momento dell’acquisto di quelle nuove.  

Inaugurazione dell’Exhibit:

mercoledì 28 marzo 2012 alle ore 11,30
Museo A come Ambiente
in corso Umbria 90 a Torino


Indirizzi di saluto del Presidente del Museo A come Ambiente, Enzo Lavolta (Assessore all’Ambiente della Città di Torino).
Presentazione dell’installazione nell’ambito del più ampio progetto happylamp da parte del direttore generale di Ecolamp, Fabrizio D’Amico.
Presentazione da parte del direttore, Carlo Degiacomi e degli animatori del Museo.
Saranno presenti inoltre l’Assessore all’Ambiente della Provincia di Torino, Roberto Ronco, l’Assessore all’Ambiente della Regione Piemonte, Roberto Ravello, l’Amiat e gli altri soci del Museo.

IN REGALO AD OGNI PARTECIPANTE ALLA PRESENTAZIONE: UN QUADERNO DIDATTICO “CHE COSA POSSO FARE IO (E LA MIA FAMIGLIA)?”


L’attività del week end del 31 marzo e 1° aprile presso il Museo A Come Ambiente è dedicata al tema della luce, del risparmio energetico e delle lampade fluorescenti.



Descrizione dello spazio interattivo e multimediale

Visitabile al piano Rifiuti accanto al tema dell’Ecoisola, due personaggi partecipano al racconto da parte degli animatori: Fluò la lampadina fluorescente e un giovane mago illusionista.
Tra le tante azioni e attività:
– il visitatore cerca di afferrare con la mano l’immagine virtuale, perchè riflessa, di una piccola lampadina; tocca uno o più barattoli, fra i 15 esposti, per scoprire le tante tipologie di lampade fluorescenti; inquadra con la WEBCAM una tavoletta e sul monitor compare un’elaborazione grafica in realtà aumentata che descrive i componenti di una lampada fluorescente compatta; provoca l’apertura del coperchio di una scatola (LA SCATOLA MAGICA appunto!), da cui spunta uno specchio che permette di scoprire la fluorescenza grazie ad un’istallazione tridimensionale decorata con colori fosforescenti; riconosce con la WEBCAM il retro di una o più carte da gioco scelte fra 30 differenti (che corrispondono a lampadine fluorescenti, a scarica, a LED e a incandescenza) e risponde alla domanda: “La lampadina selezionata va raccolta separatamente?”; sceglie dove buttare/conferire/portare/disperdere la lampada fluorescente a fine vita; ruota un cerchio che racconta i vantaggi della restituzione delle lampade fluorescenti a fine vita nei punti vendita che hanno l’obbligo di ritirare la lampada esausta all’acquisto di quella nuova; muove un microscopio digitale sui materiali che si ricavano dal riciclo delle lampade per scoprire in cosa si trasformano; può farsi fotografare con un cappello/scultura in poliuretano e resina che rappresenta una lampadina fluorescente e inviare le immagini al proprio sito internet. Insomma diventare testimonial di questa nuova e importante raccolta differenziata!


Vista la photogallery >

Per saperne di più: www.museoambiente.org