Ecolamp proroga il servizio Extralamp fino a dicembre 2013

13/06/2013

Ecolamp annuncia la nuova proroga del progetto Extralamp, il servizio di ritiro rivolto agli installatori e ai professionisti di illuminotecnica che proseguirà fino al 31 dicembre 2013.
Grazie ai servizi che Ecolamp dedica ai professionisti del settore illuminotecnico, solo nei primi sei mesi del 2013 sono state raccolte 575 tonnellate di lampade a basso consumo, di cui ben 290 tonnellate solo attraverso Extralamp. La raccolta attraverso il canale professionale rappresenta circa il 60 per cento di tutte le sorgenti luminose esauste complessivamente raccolte dal Consorzio in tutta Italia, un risultato che premia i servizi ideati da Ecolamp per questo specifico settore.

Ecolamp, grazie al servizio Extralamp, offre il ritiro gratuito delle lampade a basso consumo esauste a fine vita, per un quantitativo pari o superiore a 100 kg, direttamente presso le sedi professionali degli installatori su tutto il territorio nazionale. Le lampade esauste sono poi trasportate presso appositi impianti dove vengono trattate con lo scopo di recuperare materiali come il vetro, i metalli e la plastica e per mettere in sicurezza il mercurio che contengono. Per iscriversi al servizio Extralamp ed effettuare una richiesta di ritiro basta collegarsi al sito extralamp. Ecolamp, inoltre, fornisce gratuitamente gli imballaggi per il confezionamento di tutte le tipologie di sorgenti luminose, dalle lampade compatte ai tubi fluorescenti.

Completano il canale professionale i 36 Collection Point, punti di raccolta convenzionati con Ecolamp e dislocati in tutto il Paese, dedicati esclusivamente ai professionisti e presso i quali è possibile conferire qualsiasi quantitativo di lampade esauste, e i 53 Grandi Centri, punti autorizzati al ritiro e allo stoccaggio di sorgenti luminose che, grazie alla convenzione stipulata con Ecolamp, ritirano il rifiuto ad un prezzo agevolato. Solo nel 2013 sono state ritirate oltre 200 tonnellate di lampade fluorescenti esauste dai Collection Point e circa 85 tonnellate dai Grandi Centri, nuovo canale attivo proprio da quest’anno.