“Illumina il riciclo”: come si fa la raccolta differenziata delle lampadine a risparmio energetico

12/11/2011

Ancora non tutti sanno che le lampadine a risparmio energetico non devono essere gettate – una volta che han smesso di funzionare – nella raccolta del vetro o nella pattumiera dell’indifferenziata. Si tratta infatti di rifiuti elettronici (RAEE), pertanto devono essere smaltiti come frigoriferi, lavatrici, tv, pc, e tutti i piccoli e grandi apparecchi elettrici o elettronici ecc. La campagna, sostenuta da Ecolamp e Legambiente, “Illumina il riciclo” spiega cosa fare.

Presentata in questi giorni alla fiera Ecomondo di Rimini, la campagna chiarisce in un utile opuscolo come disfarci correttamente delle lampade a risparmio energetico per non danneggiare l’ambiente, tutelare la nostra salute e per consentire il recupero e riciclo di materiali come vetro, metalli e plastiche, mercurio e polveri fluorescenti.

Due le strade per il cittadino:
– restituire la lampadina non più funzionante direttamente al punto vendita, quando si acquista quella nuova, in virtù del sistema di ritiro “1 contro 1” entrato in vigore il 18 giugno 2010.
– portare la lampada esaurita, come tutti gli altri rifiuti elettrici ed elettronici, nell’isola ecologica comunale dove ci sono gli appositi contenitori metallici verdi con la “R” nera, magari avendo prima raccolto altri rifiuti “RAEE” (quanti ce ne sono nelle nostre case?), così da fare un unico viaggio.

Per conoscere il centro di raccolta più vicino a casa si può consultare il sito all’interno della sezione Comuni oppure scaricare la App gratuita per smartphone e tablet sviluppata da Ecolamp, utile anche per ricevere indicazioni su come raggiungere il nostro punto di raccolta a piedi, in auto o con i mezzi pubblici.